Diventare camgirl e lavorare in webcam è legale? Sono in regola?

Il lavoro in webcam non è riconosciuto dalla legge italiana. Non è pertanto possibile, in Italia, dichiarare di lavorare in webcam.

L'attività di lavoro in webcam è prestata all'estero, in quanto i siti di videochat hanno sede straniera ed in regola con le normative del paese in cui si trovano i server. L'unico rischio che può incorrere una camgirl che si trova in Italia a lavorare in webcam è l'evasione fiscale.

A fronte di entrate di cospicua entità, sarebbe pertanto opportuno rivolgersi ad un commercialista per regolarizzare la posizione fiscale; non è necessario dichiarare di lavorare in webcam, ma semplicemente di percepire dei compensi esteri per telelavoro.